Prevenzione e protezione dal rischio chimico in Anatomia Patologica. Quali soluzioni?

In Formaldeide, News da Massimo Salvi0 Comments

Attualmente siamo gli UNICI IN ITALIA a proporre un servizio di monitoraggio in continuo (h24 – 7su7 – 365 gg all’anno) della formaldeide aerodispersa in grado di fornire UN DATO OGNI 2 ORE.

Tutte i reparti di Anatomia Patologica del mondo hanno lo stesso problema: La formaldeide è un gas incolore, dall’odore pungente, infiammabile, solubile in acqua. Essa è compresa nella categoria dei composti organici volatili. E può provocare il cancro.

Il problema non è tanto il fatto che la formaldeide sia classificata come cancerogeno di cat. 1B, quanto piuttosto che non esista, ad oggi, un’alternativa altrettanto efficace e meno pericolosa rispetto all’aldeide fòrmica per la conservazione dei tessuti organici.
Anche perchè se il rischio per gli operatori lo possiamo considerare “gestibile” con adeguate misure di prevenzione e protezione, dobbiamo fare i conti con un pericolo molto più grave legato al NON UTILIZZO della formaldeide per la conservazione dei tessuti anatomici, in quanto le sostanze alternative sperimentate negli anni hanno dimostrato di non avere la stessa efficacia della formalina, dando luogo, in alcuni casi, a referti inesatti, o incompleti e a diagnosi errate che mettono in pericolo la salute dei pazienti.

Per questo motivo e per la necessità di dover convivere ogni giorno con un nemico invisibile, diversi RSPP hanno cominciato a chiederci di sviluppare un nostro servizio di Protezione dal rischio chimico per gli operatori di Anatomia Patologica.
Abbiamo quindi implementato un sistema di valutazione in continuo, con piattaforma web dedicata e sistema di allarmi per il superamento di soglie, attraverso la quale è possibile individuare TUTTI i momenti che creano dispersione di formaldeide, quindi identificarne le cause e verificare l’efficacia delle misure adottate per contenere l’esposizione professionale a tale inquinante.

Il servizio è così strutturato:
– Sistema di rilevamento IN CONTINUO per formaldeide, con sensori multipli (da installare nei diversi locali, in prossimità delle zone di rischio) e con notifica immediata degli allarmi tramite piattaforma web dedicata.
– Relazione mensile dei dati monitorati con valutazione degli eventuali allarmi rilevati e supporto analitico per l’implementazione di procedure migliorative.
– Formazione degli operatori all’utilizzo del software per la visualizzazione dei dati da parte del personale aziendale.

Ne parleremo approfonditamente durante il Congresso SIAPec IAP del prossimo novembre in uno spazio dedicato alla Qualità e Sicurezza in anatomopatologia.

Se intanto volete dare un’occhiata al nostro servizio, a questo link potete trovare ulteriori informazioni a riguardo.

Lascia un commento